Yoga Nidra

Torna la pratica di Yoga Nidra a Tulsi Yoga !!!!

 

Sabato 18 Febbraio dalle ore 17.30 alle 19.30

 

Questo mese sperimenteremo il 2 Chakra

 

 

 

Prenotate il vostro posto Qui !!


 

Se le prenotazioni  sono complete vi potete mettere in Lista di Attesa sempre utilizzando il link qui sopra...

 

Attività riservata a soci Tulsi Yoga e tesserati Endas (per info telefonare al 06 9292 7879).  Contributo di 20 euro

Sara una pratica di Yoga nidra speciale, suggestiva.

La conduzione della pratica di Emanuela Cardoni co condotta con il canto armonico di Gianluca Bacconi

 

Gianluca Bacconi
Alcune esperienze e stage frequentati lo immergono totalmente nello studio e l'attivita live di strumenti etno - acustici che per anni lo vedono rotagonista di festival , manifestazioni di genere e spettacoli teatrali , dove ha modo di approfondire, sviluppare e sperimentare la sua

ricerca di linguaggi musicali non tradizionali e di alimentare il suo continuo bisogno di estetica/

poetica e conoscenza personale .

 

 

Emanuela Cardoni, Infermiera, insegnante Yoga, Danzamovimentoterapeuta, Counsellor artistica. Ricercatrice e studiosa del corpo e del movimento.

Si occupa di movimento corporeo e di medicine complementari da oltre 20 anni. Ha tenuto seminari per i professionisti della salute al Policlinico Tor Vergata, per il corpo forestale dello stato, scuole, centri di formazione.

Conduce seminari di gruppo e incontri one to one a Roma.

Autrice del libro 'la mia rinascita'


Che cosa  è Yoga Nidra ?
Lo Yoga Nidra non ha una traduzione vera è propria, può essere definito come Sonno Yogico o Sonno consapevole.
E' una tecnica messa a punto da Swami Satyananda, che permette di rimanere in uno stato vigile tra la veglia e il sonno, questo si chiama "stato ipnagogico".

Che cosa  è  lo stato ipnagogico ?
E' quello stato nel quale viene aperta una "porta" verso in nostro inconscio, che può condurre a sogni ricchi di idee brillanti, intuizioni e comprensioni. Può essere fonte di spunti, idee geniali, suggerimenti, rivelazioni, utili per risolvere problemi quotidiani, personali, come anche sviluppare creatività.
Nella storia sono tantissimi artisti, scrittori scienziati che hanno utilizzato questo stato di transizione per trovare ispirazioni, idee creative.
Alcuni esempi sono Dickens, Goethe, Brahms, Twain, Klee, Poe, Wagner, Dalì, Edison.

Si ma cosa centra lo Yoga ?
Swami Satyananda (1923-2009) è stato allievo di Swami Sivananda. Unendo la tradizione filosofica tantrica alla pratica del pratyahara ha gettato le basi del metodo Yoga Nidra che utilizzando un approccio "scientifico" permette di raggiungere direttamente in profondità il cervello, utilizzando come mezzo gli organi grossolani del corpo.

Ma come funziona ? che cosa devo fare ?
Dopo una piccola e semplice pratica Yoga (della durata di circa 20 min.) che serve per risvegliare e sciogliere il corpo e permettere una migliore circolazione della energia vitale. Ci si sdraia in Savasana (posizione supina di rilassamento) e si incomincia a seguire le istruzioni di chi conduce la pratica.
L'unica cosa che dobbiamo fare è cercare di non addomentarci ma rimanere con la coscienza vigile e seguire le indicazioni.

Ma se non ho mai praticato Yoga posso fare Yoga Nidra ?
Certo, la pratica fisica che faremo all'inizio non richiede nessuna precedente esperienza di Yoga.


La biglie di acciaio di Thomas Edison
Un ottimo esempio di come possa essere utile la fase ipnagogica tipica dello yoga Nidra è data da Thomas Edison. Il grande inventore è noto per aver sfruttato questa condizione. Edison dormiva pochissimo, ma faceva molti sonnellini durante l'arco della gioranta. Ogni volta in cui si trovava di fronte ad un problema che non riusciva a risolvere, faceva un pisolino su una poltrona, tenendo vicoino a sé il suo blocco degli appunti e tenendo in mano due palline di acciaio.

Nel momento in cui si addormentava le mani gli si aprivano, e le biglie di acciaio cadevano su due piatti appositamente collocati a fianco della sua poltrona, sotto le mani. Il rumore dell palle di acciaio sui piatti svegliava Edison proprio nella fase tra la veglia e il sonno e gli consentiva di cogliere utte le idee creative e associative dello stato ipnagogico. Molte delle sue idee brillanti sono nate proprio in questo modo, forse anche la lampadina !!!!
TulsiYoga A.S.D.
Via Belluno 7   –  00161 Roma
C.F. 97777440583
Tel: 06 9292 7879
info@tulsiyoga.it
Contattaci via Whatsapp

Per contattare Lilli:
lilli@tulsiyoga.it  Cell.  347 599 9600

Per contattare Giovanni:
giovanni@tulsiyoga.it  Cell.  335 757 6311

Informativa privacy
  Il centro è situato a 450 metri dalla metro B di Piazza Bologna

Autobus:
61-2-21-13  fermata Catanzaro
120-490-491-495-649 fermata Catania (Lecce) o Catania (Forli)